Come Eseguire lo Skip Alto e Basso

Gli esercizi di skip sono esercizi molto utilizzati negli allenamenti delle squadre di calcio ma non solo. Infatti grazie a questi esercizi gli sportivi riescono a migliorare la propria coordinazione dei movimenti ed equilibrio, senza contare l’apporto alla resistenza.

Esistono diversi tipi di skip, quelli proposti in questa guida sono i più diffusi, ovvero lo skip alto e lo skip basso. Sono utilizzati spesso soprattutto nelle fasi di riscaldamento ed utilizzati entrambi mettono in moto tutti i muscoli delle gambe sciogliendoli. L’esecuzione libera, ovvero senza ostacoli, è abbastanza semplice da eseguire, ma se si desidera migliorare coordinamento ed equilibrio si consiglia di integrare all’allenamento dei piccoli ostacoli,

Skip alto. Il movimento da eseguire è molto semplice, infatti basta portare, una per volta, le ginocchia in alto verso il petto. Le braccia possono muoversi lungo i fianchi in un movimento sincronizzato a quello delle gambe, oppure per i principianti possono tenerle in avanti coi palmi delle mani rivolti verso il basso, così da colpire ad ogni skip il palmo. Nella fase discendente delle gambe si consiglia di usare un po’ di grazie invece di fare eccessivo rumore inutile.

Skip basso. Lo skip basso richiede maggiora concentrazione e coordinazione dello skip alto. In questo esercizio bisogna effettuare dei piccoli passi con le punte dei piedi, tutti molto rapidi, quasi non staccando i piedi da terra. In questo esercizio vi verrà spontaneo sporgervi in avanti. Si può coordinare al movimento delle gambe anche quello delle braccia lungo i fianchi.


Come Livellare la Lavatrice

Qualsiasi elettrodomestico venga utilizzato in casa, a maggior ragione la lavatrice, ha bisogno di essere livellato per fare in modo che possa funzionare in modo corretto e senza arrecare alcun danno al pavimento (durante le centrifughe). In questa guida ti spiego come livellare la lavatrice.

Quando si acquista una lavatrice a volte si sottovaluta questo aspetto fondamentale: il suo livellamento. Per prima cosa, pulite il pavimento in cui dovrete collocare la vostra lavatrice e asciugatelo per bene. Fatto questo, posizionate la vostra lavatrice in un luogo i cui ci sia spazio attorno ad essa in tutte le sue direzioni.

Quindi lasciate almeno cinque centimetri nei tre lati, il quarto è quello in cui è presente lo sportello. La spina deve deve trovarsi in alto rispetto alla lavatrice oppure in basso dietro di essa, possibilmente non a diretto contatto con bambini. Fatto questo, posizionate la vostra lavatrice nel luogo ad essa destinato.

Prima di inserire la spina, livellate la stessa utilizzando i due piedini anteriori che risultano svitabili e avvitabili proprio per consentire il perfetto livellamento rispetto al vostro pavimento. La lavatrice deve essere completamente stabile a qualsiasi sollecitazione voi applicate ad essa. Infine inserite la spina per il funzionamento.

Lo stesso discorso vale per le asciugatrici. Questi elettrodomestici hanno ovviamente un funzionamento diverso, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sulle asciugatrici, ma presentano una struttura esterna piuttosto simile, con uno sportello all’interno del quale deve essere inserito il bucato.
Il livellamento è quindi importante.


Cosa Vedere a Stratford

Poco lontano da Londra si trova una caratteristica e deliziosa cittadina che ha dato i natali al poeta e drammaturgo più celebre al mondo: William Shakespeare. La città in questione è Stratford, raggiungibile dal centro di Londra in poco tempo con il treno, partendo dalla stazione Pudding.

Sono cinque i luoghi legati alla figura del grande artista ma, a meno che tu non sia un vero appassionato da volerli vedere tutti, ti suggerisco di visitare soprattutto la sua casa natale in Henely Street e la Nash’s House e New Place in Chapel Street, ovvero la casa della nipote dove l’artista si ritirò, che ha tutt’intorno uno splendido e pittoresco giardino.

Ci sono altri luoghi da vedere nella splendida cittadella, come la bella dimora elisabettiana riccamente decorata, dove nacque il fondatore della celebre e prestigiosa Università di Harvard. Ad una quindicina di chilometri a nord da Stratford ti consiglio di visitare il bellissimo Warwick Castle, circondato da un complesso di imponenti torri.

Poco più a nord, a 13 km ad ovest da Stratford, si trovano le rovine di Kenilworth Castle. Molto bella è la Regley Hall e il parco circostante, e molto carine e pittoresche le casette con giardino dei dintorni, tra cui particolare attenzione merita la Snowshill Manor, con i stupendi giardini Hidcote Manor Gardens.


Cosa Vedere a Sopron

Sopron conta 54000 abitanti, contea di Gyor Sopron. La città più occidentae dell’Ungheria, sito di villeggiatura con clima subalpino, tra le pendici delle Alpi Austriache e ilFertő tó a km 8 dalla frontiera austriaca e a km 61 da Vienna. Sette secoli di storia l’hanno arricchita di monumenti, che, rimasti miracolosamente intatti, creano un’atmosfera d’altri tempi, forse unica in Ungheria. Il centro storico a ferro di cavallo disegnata un tempo dalle mura e oggi da strade, viali e piazze.

Arrivati a Sopron vi consiglio di dirigervi verso Beloiannisz ter. E’ un bellissimo scenario medioevale e barocco. Si incontrano il municipio, il Varostorony, torre civica e simbolo della città, alta 61 metri Più avanti potrete visitare la Storno Haz casa costruita nel 1560, rimaneggiata nel 700 oggi è museo della collezione Storno, famiglia di origine ticinese qui giunta nel XVIII secolo.

Tra i monumenti sacri vi consiglio di visitare il Bences templom, chiesa dei Benedettini, edificio di puro gotico primitivo francese con torre di metri 48. La chiesa è chiamata dal popolo chiesa della capra, perché secondo la leggenda sarebbe stata costruita grazie al tesoro scoperto da una capra. La vista prosegue verso Templom utca, diverse e pittoresche viuzze che si staccano dalla piazza Beloiannisz e percorrono la città vecchia.

Se volete potete percorrere la via Nuova che era un vecchio ghetto degli Ebrei nel Medioevo. Infine non vi rimane che percorrere Szent Gyorgy utca. La strada è fiancheggiata da edifici medioevali barocchizzati o barocchi, per la maggior parte scuole. Se proprio vi rimane altro tempo vi consiglio di andare al museo Ferenc Liszt Muzeum, dedicato al grande pianista e compositore nato a Raiding in Austria occupa un vasto palazzo barocco della piazza I° Maggio. Buona visita.


Come Fare Durare più a Lungo l’Ombretto

L’ombretto può valorizzare i tuoi occhi, ma a volte è difficile farlo durare e farlo risaltare al meglio durante la giornata. Ecco alcuni trucchi per riuscirci e per apparire sempre a posto. Ti spiego tutto in questa breve guida, bastano pochi accorgimenti.

Scegli l’ombretto: se hai occhi scuri evita colori freddi o il grigio mentre se hai occhi chiari usa tonalità scure per farli risaltare. Prendi una piccola noce di fondotinta sul palmo della mano, fallo scaldare con movimenti circolari e applicalo sulle palpebre. Il fondotinta deve essere abbastanza chiaro e non devi metterne in eccesso.

Prendi l’ombretto e usa i polpastrelli e non la spugnetta per applicarlo. Perchè duri più a lungo e risalti maggiormente, anzichè “tirare” il colore con le dita picchietta tutta la superficie della palpebra e solo alla fine sfuma tirando il colore più esterno verso l’alto. Per un effetto migliore, applica prima un ombretto più chiaro rispetto alla tonalità scelta.

Quindi puoi passare la matita sotto gli occhi e per un effetto migliore applicarne un pò nell’angolo di congiunzione delle palpebre, sfumando poi con le dita. Correggi eventuali sbavature con un pò d’ovatta bagnata nell’acqua. Ricorda che il metodo di picchiettare con le dita è utile per far durare di più anche il fondotinta sul viso.