Come si Gioca al Mercante in Fiera

Il mercante in fiera è un gioco di carte molto diffuso soprattutto durante le feste. Per giocare al mercante in fiera avete bisogno di due appositi mazzi di carte figurate.

Dovete come prima cosa scegliere un mercante. Il mercante non prende parte al gioco ma lo conduce e proprio per questo motivo è consigliabile scegliere una persona carismatica e divertente.

Il mercante prende come prima cosa la posta di ogni giocatore. La posta iniziale è uguale per tutti i giocatori ed è scelta proprio dai giocatori stessi. Prende poi il mazzo di carte con il dorso rosso e ne distribuisce tre coperte per ogni giocatore. In realtà il numero di carte per giocatore varia a seconda del numero dei partecipanti. La cosa importante è fare in modo che al mercante rimanga in mano almeno un terzo o un quarto del mazzo.

Una volta finita la distribuzione delle carte ogni giocatore scopre le sue carte davanti a sè. Il mercante fa quindi partire una vera e propria asta delle restanti carte. Le carte possono essere messe all’asta una alla volta oppure a gruppi, coperte o scoperte, a totale discrezione del mercante.

Quando l’asta si è conclusa il mercante deve prendere il mazzo di carte con il dorso blu e scegliere tre carte ossia el carte vincenti. Le carte vincenti devono essere messe coperte sul tavolo e sopra ad ognuna di esse deve essere posizionato un premio ossia una parte della somma della posta iniziale e dei guadagni della vendita all’asta.

Il mercante inizia a chiamare le carte non vincenti estraendole dalla carte rimanenti del mazzo blu. Il gioco può anche fermarsi per permettere ai giocatori di effettuare dei baratti o degli scambi. Ogni tipologia di baratto è permesso durante questo gioco. Quando le carte del mazzo blu sono finite si passa ovviamente a mostrare le carte vincenti. I giocatori che le possiedono si aggiudicano il premio in denaro. Solitamente, ma questo non è una regola fissa, per un approfondimento è comunque possibile leggere questa guida su Comesigioca.net, il giocatore che si è aggiudicato il primo premio ricopre la carica di mercante nella manche successiva.


Come Rimuovere i Rivetti

Avete messo un rivetto e non sapete come toglierlo? Non viene via in nessun modo? Tranquilli! Fate un bel respiro e leggete questa guida che insegna passo per passo come rimuovere i rivetti semplicemente utilizzando un trapano e molta molta pazienza.

Proteggiamo la parte intorno al rivetto
Innanzitutto prendete del nastro da carrozziere e fate delle striscioline di dimensioni ridotte. Mettete le striscioline che avete fatto intorno al rivetto (in questo modo se ci dovesse sfuggire il trapano non roviniamo nulla). Ripetete l’operazione con tutti i rivetti che volete togliere.

Prepariamoci a togliere il rivetto
Procuratevi una punta per trapano un pò più grande della “testa” del rivetto ed inseritela nel trapano. Se li avete indossate un paio di occhiali da fabbro e dei guanti poichè le schegge potrebbero farci male. Ora facendo molta attenzione mettete la punta del trapano nel forellino del rivetto.

Togliamo il rivetto
Azioniamo il trapano facendo una leggere pressione sul rivetto fino a vedere la testa dello stesso saltar via. Ripetiamo la stessa operazione con gli altri rivetti da togliere. Tolti tutti i rivetti rimuovete l’oggetto che gli stessi tenevano fermo. Non ci resta che togliere la rimanenza del rivetto all’interno del foro.


Come Rimuovere i Dati Exif dalle Foto

Quando scatti una foto con una fotocamera digitale, all’interno dell’immagine vengono anche salvate diverse informazioni, tali informazioni sono chiamate dati EXIF, e possono identificare il modello di macchina digitale utilizzata, il luogo in cui è stata scattata la foto, e tante altre informazioni personali. Se vuoi rimuovere tali informazioni dalle tue foto puoi utilizzare JPEG and PNG Stripper.

JPEG and PNG Stripper è uno strumento gratuito per Windows che permette di eliminare i dati EXIF dalle tue fotografie in modo tale da renderle sicure per la condivisione online, i dati EXIF, infatti, possono rivelare numerose informazioni personali, anche se tu non ne sei a conoscenza. Questa guida ti mostra come utilizzare il programma per rimuovere i dati EXIF dalle tue foto e quindi renderle sicure nel caso in cui tu voglia condividerle sul tuo social network preferito.

Una volta che avrai installato ed avviato JPEG and PNG Stripper visualizzerai la sua interfaccia principale dalla grafica molto minimalista, ma ciò che conta è sicuramente l’utilità del programma e non di certo l’aspetto estetico. Sulla parte superiore dell’interfaccia sono presenti diverse opzioni che ti permettono di preservare alcuni dati come ad esempio la data e l’ora di acquisizione delle foto, oppure l’opzione per ignorare gli attributi di sola lettura, mostrare i dati eliminati, mostrare eventuali errori, aggiungere le funzioni di JPEG and PNG Stripper sul menu contestuale di esplora risorse.

Quando avrai selezionato tutte le opzioni di cui hai bisogno puoi procedere a caricare le immagini da processare, per farlo basta selezionarle e quindi trascinarle all’interno della schermata del programma, automaticamente tutte le immagini trascinate saranno subito processate, rimuovendone ogni informazione EXIF contenuta. La particolarità di JPEG and PNG Stripper è che rimuove i dati EXIF senza togliere qualità alle tue foto, inoltre è un programma portable, cioè che non richiede installazione sul computer e può essere avviato anche da qualsiasi pendrive.


Come Eliminare i File Inutili dal Computer

Anche se non ce ne accorgiamo, il nostro computer salva in continuazione un sacco di file, che svolgono una funzione di miglioramento della velocità, soprattutto nella navigazione in Internet. Questi file possono essere comunque eliminati, così come le chiavi di registro obsolete.

Eliminare tutti i file temporanei ed inutili dal computer manualmente potrebbe essere un’operazione praticamente impossibile. Per questo, abbiamo la possibilità di ricorrere ad un programma che individua per noi i file non più utili e libera spazio sul computer. Possiamo usare il programma anche quotidianamente, per tenere sempre pulita la nostra macchina.

Il programma in questione si chiama CCleaner. Scaricalo sul tuo computer ed installalo. L’interfaccia è molto semplice da utilizzare. Nella prima sezione, Pulizia, puoi eliminare i file temporanei sia dal computer in generale sia dagli specifici programmi. Seleziona le aree da pulire e clicca su Analizza. Riceverai un rapporto riguardo lo stato del computer e, se lo ritieni opportuno, puoi avviare la pulizia.

Allo stesso modo, puoi operare sul Registro di Sistema. Molte volte, dopo aver disinstallato un programma, restano delle chiavi inutili memorizzate nel Registro, che rallentano il computer in quanto vengono comunque lette e verificate ad ogni richiesta. Clicca sulla voce dedicata al Registro (è la seconda) e clicca su Trova Problemi. Se lo ritieni necessario, puoi riparare i problemi che selezioni e, inoltre, puoi eseguire un backup dello stato attuale del Registro per sicurezza.

Dalla scheda delle Opzioni, puoi impostare quali file non controllare, quali non eliminare e, in generale, il comportamento del programma. Molto importante è settare correttamente il programma, in quanto i file, una volta eliminati, non possono essere recuperati nella quasi totalità dei casi. Anche il menu Strumenti ci viene in aiuto per fare pulizia, disinstallando completamente uno o più programmi installati sul computer.


Come Togliere Aloni dai Tegami in Acciaio Inox

Vi è mai capitato di aver pulito e sfregato col detersivo per i piatti i tegami in inox ma rimangono delle macchie o degli aloni sul fondo? Se anche a voi è successo, saprete che delusione è vedere che dopo la fatica, il risultato non è soddisfacente.

Per eliminare queste macchie e sentirti finalmente soddisfatta, puoi utilizzare un rimedio naturale, estremamente facile e pratico, preso in prestito dai consigli della nonna. Che, come spesso accade, si rivelano i più utili e saggi. E non dimenticare che in questo modo rispetterai l’ambiente e sarai eco -logica!

Procurati dell’aceto di vino bianco e una spugna per il lavaggio delle stoviglie. Versa un po’ di aceto sulla spugna (dalla parte non abrasiva) precedentemente inumidita con l’acqua. La quantità di aceto che serve è quella che basta a fare in modo che la spugna sia bagnata a sufficienza per iniziare a pulire il tegame. Comincia a strofinare sul fondo della pentola, finché le macchie e gli aloni non saranno scomparsi.

Vedrai che utilizzando questo semplice rimedio con poco raggiungerai lo scopo e sarai finalmente soddisfatta del risultato del tuo “olio di gomito”. Questo modo di pulire, servendosi dell’aceto, puoi utilizzarlo anche per le altre superfici in acciaio, per esempio quella del fornello.