Come Utilizzare il Present Perfect in Inglese

La lingua inglese, come tutte le altre, consiste di numerose regole, seguendo le quali ci è consentita una maggiore padronanza sia nello scritto che nella conversazione! Conoscendo a fondo le regole della grammatica britannica sarà possibile per noi parlare l’inglese come fosse la nostra lingua madre. Ecco pronta per te una semplice guida su come formare il Present Perfect in inglese.

Per prima cosa devi sapere che il Present perfect equivale al nostro Passato Prossimo, sebbene per certi aspetti se ne differenzi. Il Present Perfect si forma in inglese in modo molto semplice, ovvero coniugando il presente di “to have”, seguito dal participio passato del verbo desiderato. Per fare un esempio, coniugando magari il verbo “to give”, in italiano “dare”, avremo: I have given.

Devi usare “to have”, anche nel caso di verbi intransitivi che in Italiano invece richiedebbero l’ausiliare essere. Per citare un esempio: Oggi non sono andata a scuola, ne risulterà in inglese: Today I haven’t gone to school. Il Present Perfect si usa generalmente quando devi indicare che l’azione passata è collegata al presente o quando l’azione ha qualche relazione col presente: Sono stata lì tutta la mattinata = I have been there all morning.

Si usa inoltre nel caso in cui tu voglia riferirti ad un periodo di tempo non ancora interamente trascorso: Oggi non ho visto mio cugino = Today I haven’t seen my cousin. O ancora è utilizzabile qualora tu intenda indicare un’azione compiuta in un tempo imprecisato e quando il verbo è accompagnato da avverbi di tempo indeterminato, come per esempio “just”(appena), recently”(recentemente), “already”(già) ecc. Gli avverbi vanno posti tra l’ausiliare e il resto del verbo: Ho già visto quel film = I have already seen that film. Nel caso dell’espressione “not yet”(non ancora), “yet” dovrai invece porlo a fine frase: Mia sorella non è ancora arrivata = My sister has not arrived yet.


Come si Forma il Gerundio in Inglese

Hai problemi con l’inglese? Pensi di non essere per nulla portato per questa lingua? Nulla di più sbagliato! Ti basterà apprendere qualche semplice e basilare regola e vedrai che ogni tipo di dubbio improvvisamente svanirà! Ecco una breve guida che farà proprio al caso tuo.

Devi sapere che il gerundio inglese traduce in italiano sia il gerundio stesso che il participio presente! Esso si forma dall’infinito del verbo senza il “to” e con l’aggiunta del suffisso “ing”. Ad esempio: to work=lavorare, diventerà “working”. Ci sono però alcune eccezioni dalle quali non puoi prescindere. Andiamo a vedere quali sono.

Tutti i verbi terminanti in “e”, eccetto “to be”, essere, e “to see”, vedere, formano il gerundio facendo cadere la “e” finale e aggiungendo il suffisso “ing”. Ad esempio: to love=amare diventerà “loving”, to close=chiudere, diventerà “closing”, to have=avere, diventerà “having”. Per quanto riguarda “to be”, essere, diventerà invece “being”.

Un’ulteriore eccezione è legata al numero delle sillabe. I verbi monosillabi e bisillabi accentati sull’ultima sillaba, quando la consonante finale è preceduta da una sola vocale, formano il gerundio raddoppiando la consonante e aggiungendo “ing”, ad esempio: to stop=fermarsi, diventerà “stopping”, to begin=cominciare, sarà “beginning”.

I verbi terminanti in “l”, se la “l” finale è preceduta da una sola vocale, formano il gerundio raddoppiando la “l” e aggiungendo il suffisso “ing”. Ad esempio: to travel=viaggiare, diventerà “travelling”, mentre to conceal=nascondere, diventerà concealing. I verbi terminanti in “ie”, formano invece il gerundio, trasformando “ie” in “y”, e aggiungendo “ing”.


Come Formare il Present Perfect in Inglese

La lingua inglese, come tutte le altre, consiste di numerose regole, seguendo le quali ci è consentita una maggiore padronanza sia nello scritto che nella conversazione! Conoscendo a fondo le regole della grammatica britannica sarà possibile per noi parlare l’inglese come fosse la nostra lingua madre. Ecco pronta per te una semplice guida su come formare il Present Perfect in inglese.

Per prima cosa devi sapere che il Present perfect equivale al nostro Passato Prossimo, sebbene per certi aspetti se ne differenzi. Il Present Perfect si forma in inglese in modo molto semplice, ovvero coniugando il presente di “to have”, seguito dal participio passato del verbo desiderato. Per fare un esempio, coniugando magari il verbo “to give”, in italiano “dare”, avremo: I have given.

Devi usare “to have”, anche nel caso di verbi intransitivi che in Italiano invece richiedebbero l’ausiliare essere. Per citare un esempio: Oggi non sono andata a scuola, ne risulterà in inglese: Today I haven’t gone to school. Il Present Perfect si usa generalmente quando devi indicare che l’azione passata è collegata al presente o quando l’azione ha qualche relazione col presente: Sono stata lì tutta la mattinata = I have been there all morning.

Si usa inoltre nel caso in cui tu voglia riferirti ad un periodo di tempo non ancora interamente trascorso: Oggi non ho visto mio cugino = Today I haven’t seen my cousin. O ancora è utilizzabile qualora tu intenda indicare un’azione compiuta in un tempo imprecisato e quando il verbo è accompagnato da avverbi di tempo indeterminato, come per esempio “just”(appena), recently”(recentemente), “already”(già) ecc. Gli avverbi vanno posti tra l’ausiliare e il resto del verbo: Ho già visto quel film = I have already seen that film. Nel caso dell’espressione “not yet”(non ancora), “yet” dovrai invece porlo a fine frase: Mia sorella non è ancora arrivata = My sister has not arrived yet.


Come Formare il Present Perfect Continuous in Inglese

In questa guida mi accingo a spiegarti le basilari regole che riguardano la formazione del Present Perfect Continuous e soprattutto i suoi principali usi, connessi strettamente con la regola inglese della “Duration Form”! E’ tutto molto semplice, e lo capirai in pochi passi!

Il Present Perfect Continuous, equivale in italiano ad un passato prossimo progressivo, in quanto vuole appunto indicare un tipo di azione che è iniziata nel passato e continua a protrarsi nel presente senza alcuna interruzione. Si forma in inglese col Present Perfect di “to be” seguito dal gerundio del verbo desiderato. Per esempio, coniugando “to work”, in italiano “lavorare”, avremo: I have been working!

Per le forme negativa, interrogativa e interrogativa negativa, valgono le stesse regole del Present Perfect, cioè a dire, per la frase negativa l’aggiunta di not dopo l’ausiliare “to have”: I have not been working, per la forma interrogativa invece l’ausiliare “to have” prima del soggetto, seguito dal participio passato di “to be” e dal gerundio del verbo che s’intende coniugare: Have I been working?, e infine per la frase interrogativa negativa basterà la sola aggiunta di not, dopo il soggetto e prima del participio passato di “to be”: Have I not been working?

Strettamente legata al Present Perfect Continuous, come del resto al Present Perfect, è la “Duration Form”. Essa indica un’azione che è iniziata nel passato e che perdura nel presente. In Italiano l’azione è espressa col presente Indicativo, in Inglese, se il verbo indica “stato” si usa il Present Perfect, se il verbo indica “azione” si usa invece il Present Perfect Continuous.

Nella “duration form” si usano due preposizioni per indicare il complemento di tempo: “since” e “for”. Si usa “since” per indicare l’inizio della durata dell’azione: I have been living in Bovalino since 1970 = Abito a Bovalino dal 1970. Si usa invece “for” per indicare la sola durata dell’azione: Mary has been studying for three hours = Mary sta studiando da tre ore.


Cosa Vedere a Stratford

Poco lontano da Londra si trova una caratteristica e deliziosa cittadina che ha dato i natali al poeta e drammaturgo più celebre al mondo: William Shakespeare. La città in questione è Stratford, raggiungibile dal centro di Londra in poco tempo con il treno, partendo dalla stazione Pudding.

Sono cinque i luoghi legati alla figura del grande artista ma, a meno che tu non sia un vero appassionato da volerli vedere tutti, ti suggerisco di visitare soprattutto la sua casa natale in Henely Street e la Nash’s House e New Place in Chapel Street, ovvero la casa della nipote dove l’artista si ritirò, che ha tutt’intorno uno splendido e pittoresco giardino.

Ci sono altri luoghi da vedere nella splendida cittadella, come la bella dimora elisabettiana riccamente decorata, dove nacque il fondatore della celebre e prestigiosa Università di Harvard. Ad una quindicina di chilometri a nord da Stratford ti consiglio di visitare il bellissimo Warwick Castle, circondato da un complesso di imponenti torri.

Poco più a nord, a 13 km ad ovest da Stratford, si trovano le rovine di Kenilworth Castle. Molto bella è la Regley Hall e il parco circostante, e molto carine e pittoresche le casette con giardino dei dintorni, tra cui particolare attenzione merita la Snowshill Manor, con i stupendi giardini Hidcote Manor Gardens.