Come Togliere Aloni dai Tegami in Acciaio Inox

Vi è mai capitato di aver pulito e sfregato col detersivo per i piatti i tegami in inox ma rimangono delle macchie o degli aloni sul fondo? Se anche a voi è successo, saprete che delusione è vedere che dopo la fatica, il risultato non è soddisfacente.

Per eliminare queste macchie e sentirti finalmente soddisfatta, puoi utilizzare un rimedio naturale, estremamente facile e pratico, preso in prestito dai consigli della nonna. Che, come spesso accade, si rivelano i più utili e saggi. E non dimenticare che in questo modo rispetterai l’ambiente e sarai eco -logica!

Procurati dell’aceto di vino bianco e una spugna per il lavaggio delle stoviglie. Versa un po’ di aceto sulla spugna (dalla parte non abrasiva) precedentemente inumidita con l’acqua. La quantità di aceto che serve è quella che basta a fare in modo che la spugna sia bagnata a sufficienza per iniziare a pulire il tegame. Comincia a strofinare sul fondo della pentola, finché le macchie e gli aloni non saranno scomparsi.

Vedrai che utilizzando questo semplice rimedio con poco raggiungerai lo scopo e sarai finalmente soddisfatta del risultato del tuo “olio di gomito”. Questo modo di pulire, servendosi dell’aceto, puoi utilizzarlo anche per le altre superfici in acciaio, per esempio quella del fornello.


Migliori Lavatrici a Libera Installazione in Classe A+++

La lavatrice in classe A+++ è un elettrodomestico che consente di lavare biancheria, vestiti e coperte in modo efficiente, con un notevole risparmio di energia elettrica e acqua. Leggi la guida all’acquisto per conoscerne caratteristiche, tipologie e come scegliere le migliori lavatrici a libera installazione in classe A+++.

Il mercato attuale offre una varietà di modelli per tutte le tasche: con poche centinaia di euro si può acquistare un prodotto con funzioni avanzate, ma i prodotti realizzati dai marchi leader, possono arrivare a costare fino a 2000 euro, dietro la promessa di un prodotto che dura almeno 15 anni.

Quando si considera di acquistare una nuova lavabiancheria freestanding è importante considerare diversi aspetti: capacità di carico, funzioni eco, silenziosità, partenza ritardata per sfruttare le fasce orarie a tariffa agevolata. È fondamentale assicurarsi inoltre di individuare un prodotto efficiente non solo nei lavaggi ma anche sotto il profilo energetico.

Scegliere una lavatrice in classe A+++, solitamente con un consumo energetico inferiore a 218 kWh di consumo annuo, consente un risparmio in bolletta superiore al 30% rispetto a un modello di classe A che consumerà tra 280 e 420 kWh. Da tenere in considerazione, inoltre, anche le lavasciuga con questa classe energetica, che permettono di unire le funzionalità di lavatrice e asciugatrice. Per dettagli sull’argomento è possibile leggere questa guida sull’asciugatrice su Migliorilavasciuga.com.

Vale la pena dunque scegliere un elettrodomestico con un’ottima classe energetica, specialmente se teniamo in considerazione che un buon elettrodomestico sarà in grado di accompagnarci per diversi anni.

SAMSUNG WW90H7600EW CRYSTAL BLUE
Si tratta di un modello con capacità di lavaggio di 9kg. La caratteristica immediatamente visibile è l’ampio e gradevole oblò di ben 36 cm, con un’apertura di 170° per facilitare la carica del bucato. L
a tecnologia brevettata Ecolavaggio promette risultati rivoluzionari anche in acqua fredda: l’innovazione risiede nell’immissione di bolle d’aria nel cestello che, prima che il lavaggio abbia inizio, dissolvono il detersivo in maniera ottimale, creando una schiuma attiva in grado di dare risultati superiori ai lavaggi tradizionali a 40°.
Questa freestanding offre diverse opzioni di lavaggio speciali, alcune curiose come “Giardinaggio” pensata per macchie difficili come quelle di erba e fango, oppure “cibo e cucina” per macchie di grasso e altri cibi.
Altra peculiarità di questo prodotto è la grande silenziosità (52dB durante il lavaggio, 76 dB in centrifuga), dovuta al motore Inverter e alla presenza di cuscinetti anti-vibrazione.

BOSCH WAW24649IT
Si tratta di un modello con sportello frontale e carica di 9kg. La principale caratteristica è la sua efficienza energetica superiore del 30% ai concorrenti di classe A+++. Grazie al pannello di controllo permette di tenere sotto costante controllo i consumi. Il tasto aggiungi-bucato consente di aprire l’oblò anche a ciclo avviato, in sicurezza e senza attese.
La sua tecnologia intelligente trova la sua massima espressione nel programma i-Dos: è infatti in grado di rilevare il tipo di tessuti immessi, la quantità e il grado di sporco, adeguando automaticamente le dosi di acqua e detersivo e i tempi di lavaggio.
A ciclo concluso si attiva la funziona antipiega. Con 48dB di emissione acustica si rivela più silenziosa rispetto alla media.

MIELE WKR 770 WPS PW AT&T DOS XL
Questo è un elettrodomestico estremamente completo ed innovativo, con diverse funzioni uniche nel panorama delle lavabiancheria. Fra queste rientra il cestello termico: a fine centrifuga il cestello con la particolare finitura a nido d’ape viene riscaldato per garantire capi distesi e più semplici da stirare.
Propone delle opzioni di lavaggio specifiche per 23 tipi di macchie diverse, oppure l’opzione mix di tessuti che permette di fare un carico misto lasciando che sia la lavatrice stessa ad individuare l’opzione bilanciata ideale. L’elevata efficienza di lavaggio permette di abbassare la temperatura fino a 20° utilizzando sempre la dose d’acqua necessaria.
Il sistema Ecofeedback esegue una stima dei consumi in base alle opzioni selezionate e a fine ciclo visualizza il dispendio energetico effettivo. Molto positivo il dato relativo al consumo annuo di soli 174 kWh.

LG F1495BDSA7
Questo elettrodomestico freestanding ha una carica di ben 12kg e consente di lavare a casa anche piumini e trapunte.
Il cestello può eseguire 6 tipi di rotazioni differenti adattandosi al tipo di bucato e grazie all’uso sapiente del vapore durante i cicli di lavaggio, è in grado di igienizzare anche a 30°. In caso di anomalia l’apparecchio è in grado di comunicare con l’assistenza LG con la sola pressione di un pulsante.
L’efficienza energetica di questo elettrodomestico è estremamente positiva: consuma il 40% in meno di energia rispetto ai concorrenti di classe A+++. La rumorosità è invece leggermente superiore alla media con 54 dB di emissione.

BEKO WMY 81243 PTL MB3
Risulta essere un prodotto a libero posizionamento con carico di lavaggio di 8kg, dotato di buone funzioni eco e non solo.
È in grado di igienizzare già a 20° attivando dei risciacqui extra durante il lavaggio e, grazie al sistema Aquafusion, massimizza il potere pulente del detersivo senza sprechi. La funzione Pet hair removal con prelavaggio è stata studiata per rimuovere capelli e peli di animali domestici.
Il motore Inverter a magneti, è più silenzioso ed è garantito per 10 anni. Dispone di 16 programmi, uno dei quali (Super short) dura appena 14 minuti. Il consumo annuo si attesta su 193 kWh.

CANDY GV 138D3-01
Si tratta di un elettrodomestico con caricamento frontale e capacità di 8kg. Dispone di 16 programmi fra i quali uno per i capi bianchi e uno per i capi scuri, e le opzioni di partenza ritardata fino a 24 ore e di stiratura agevolata.
Il sistema Mix Power System garantisce alte prestazioni a basse temperature anche senza pretrattare, grazie all’iniezione diretta di acqua pulita e detergente.
Si tratta di un modello meno sofisticato rispetto ad altri della sua categoria ma con una buon consumo annuo di 196 kWh. Il difetto principale è probabilmente la rumorosità con emissioni di 60 dB durante il lavaggio e di 79 durante la centrifuga, ben oltre la media dei suoi concorrenti.


Come Pulire CD e DVD

Quante volte per pulire un cd o un dvd hai utilizzato la prima cosa che ti trovavi per le mani? Non è assolutamente questa l’operazione da fare, in questo modo infatti rischi di rovinarli e di conseguenza di perdere tutti i file. Vediamo quindi come fare.

La pulizia dei cd/dvd è un’operazione semplice ma che richiede attenzioni. Se la pulizia riguarda solo la polvere prendi un panno morbido ed asciutto e passalo più volte sulla superficie del cd facendo attenzione a non lasciare pelucchi. Attento a non graffiare la superficie o non riuscirai più a leggerlo.

Se invece sul cd ci sono anche delle macchie spruzza sul panno che utilizzi una piccola quantità di quei prodotti specifici per la pulizia dei cd/dvd presenti in commercio. Quindi strofina leggermente sulle macchie. In assenza di questi prodotti puoi utilizzare del semplice polivetro o gli spray per pulire le lenti degli occhiali.

Se invece noti dei leggeri graffi che ne impediscono la lettura prendi del dentificio, spalmalo sulle tue dita e passale sulla superficie del cd insistendo particolarmente dove ci sono i graffi, fino a che non spariscono. Quindi lava il cd con dell’acqua ed asciugalo con un panno morbido.


In questa guida ti spiegherò come preparare arrosto con le prugne. Questa ricetta è un secondo piatto particolarmente adatto alla stagione invernale, con prugne e albicocche essiccate proposte come inusuale contorno. Segui la guida per realizzare questa ricetta.

Occorrente
Ingredienti per 4 porzioni
800 g di fesa di tacchino
8 prugne secche snocciolate
8 albicocche secche
0,8 dl di Cognac
80 g di pancetta affumicata a fette
20 g di burro
2 dl di brodo di pollo
Sale e pepe

Strumenti utili
Carta da forno
Spago da cucina
Carta d’alluminio
Modalità di cottura:
Forno tradizionale

Riunite la frutta secca in una ciotola, aggiungete il Cognac e lasciatela macerare per almeno 30 minuti, finchè si sarà ammorbidita. Allineate le fette di pancetta su un foglio di carta da forno, accavallandole leggermente tra loro.
Spalmate su tutta la superficie della fesa di tacchino una pressa di sale e una macinata di pepe.

Disponete la carne al centro della pancetta e avvolgetela con quest’ultima. Fissate tutto con alcuni giri di spago da cucina.
Sciogliete il burro in una pirofila, unite la carne preparata e trasferite in forno scaldato a 200°C per circa 20 minuti. Aggiungete la frutta secca con il Cognac di macerazione, versate il brodo bollente e proseguite la cottura per altri 30 minuti abbassando la temperatura a 180 gradi.

Togliete il tacchino dal fondo di cottura, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per 5 minuti, in modo che sia più facile da affettare. Eliminate alluminio e spago e servite l’arrosto a fette con la frutta e il suo sugo.
Un altra carne che ben si abbina al sapore dolce della frutta secca è la lonza di maiale, che quindi potrete usare al posto del tacchino.

Come Preparare un Arrosto con le Prugne


Come Rimuovere i File Doppi

Ci risiamo, il disco fisso del tuo computer è pieno zeppo di dati e tu non hai la minima idea su dove mettere le mani per liberare un po’ di spazio. Forse non lo sai, ma ad ingolfare l’hard disk del tuo PC potrebbero essere dei file doppioni completamente inutili. Prova ad usare il programma gratuito CloneSpy per liberartene una volta per tutte.

Collegati sul sito Internet ufficiale di CloneSpy, fai click sulla voce Download situata sulla sinistra e, nella pagina che si apre, clicca sulla voce Download collocata sotto alla dicitura CloneSpy V2.41 per scaricare il file d’installazione del programma sul tuo computer.

A scaricamento completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (cspy241.exe) e, nella finestra che si apre, fai click sul pulsante Next. Clicca quindi su I Agree per accettare le condizioni di utilizzo del programma e fai click prima sul pulsante Next per due volte consecutive, poi su Install e Finish per terminare il processo d’installazione ed avviare il programma.

A questo punto, fai click su OK per accedere alla schermata principale di CloneSpy e, nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Add Folder. Seleziona quindi le cartella in cui vuoi far ricercare e cancellare i file doppioni e clicca sul pulsante Add selected folder per confermare la tua scelta. Puoi anche controllare tutte le sottocartelle presenti in una cartella facendo click su Add all sibling folders dopo aver selezionato la directory principale.

Adesso, non ti rimane che cliccare prima sul pulsante OK e poi su Start scanning per avviare la ricerca dei file doppioni nelle cartelle selezionate. Nel corso della procedura, se verranno trovati dei file doppioni, comparirà una finestra in cui dovrai selezionare tramite doppio click quale elemento conservare e quale no. Una volta effettuata la tua scelta, non ti rimarrà che cliccare sul pulsante Delete all marked files per cancellare i doppioni