Come Utilizzare il Present Perfect in Inglese

La lingua inglese, come tutte le altre, consiste di numerose regole, seguendo le quali ci è consentita una maggiore padronanza sia nello scritto che nella conversazione! Conoscendo a fondo le regole della grammatica britannica sarà possibile per noi parlare l’inglese come fosse la nostra lingua madre. Ecco pronta per te una semplice guida su come formare il Present Perfect in inglese.

Per prima cosa devi sapere che il Present perfect equivale al nostro Passato Prossimo, sebbene per certi aspetti se ne differenzi. Il Present Perfect si forma in inglese in modo molto semplice, ovvero coniugando il presente di “to have”, seguito dal participio passato del verbo desiderato. Per fare un esempio, coniugando magari il verbo “to give”, in italiano “dare”, avremo: I have given.

Devi usare “to have”, anche nel caso di verbi intransitivi che in Italiano invece richiedebbero l’ausiliare essere. Per citare un esempio: Oggi non sono andata a scuola, ne risulterà in inglese: Today I haven’t gone to school. Il Present Perfect si usa generalmente quando devi indicare che l’azione passata è collegata al presente o quando l’azione ha qualche relazione col presente: Sono stata lì tutta la mattinata = I have been there all morning.

Si usa inoltre nel caso in cui tu voglia riferirti ad un periodo di tempo non ancora interamente trascorso: Oggi non ho visto mio cugino = Today I haven’t seen my cousin. O ancora è utilizzabile qualora tu intenda indicare un’azione compiuta in un tempo imprecisato e quando il verbo è accompagnato da avverbi di tempo indeterminato, come per esempio “just”(appena), recently”(recentemente), “already”(già) ecc. Gli avverbi vanno posti tra l’ausiliare e il resto del verbo: Ho già visto quel film = I have already seen that film. Nel caso dell’espressione “not yet”(non ancora), “yet” dovrai invece porlo a fine frase: Mia sorella non è ancora arrivata = My sister has not arrived yet.


Come si Forma il Gerundio in Inglese

Hai problemi con l’inglese? Pensi di non essere per nulla portato per questa lingua? Nulla di più sbagliato! Ti basterà apprendere qualche semplice e basilare regola e vedrai che ogni tipo di dubbio improvvisamente svanirà! Ecco una breve guida che farà proprio al caso tuo.

Devi sapere che il gerundio inglese traduce in italiano sia il gerundio stesso che il participio presente! Esso si forma dall’infinito del verbo senza il “to” e con l’aggiunta del suffisso “ing”. Ad esempio: to work=lavorare, diventerà “working”. Ci sono però alcune eccezioni dalle quali non puoi prescindere. Andiamo a vedere quali sono.

Tutti i verbi terminanti in “e”, eccetto “to be”, essere, e “to see”, vedere, formano il gerundio facendo cadere la “e” finale e aggiungendo il suffisso “ing”. Ad esempio: to love=amare diventerà “loving”, to close=chiudere, diventerà “closing”, to have=avere, diventerà “having”. Per quanto riguarda “to be”, essere, diventerà invece “being”.

Un’ulteriore eccezione è legata al numero delle sillabe. I verbi monosillabi e bisillabi accentati sull’ultima sillaba, quando la consonante finale è preceduta da una sola vocale, formano il gerundio raddoppiando la consonante e aggiungendo “ing”, ad esempio: to stop=fermarsi, diventerà “stopping”, to begin=cominciare, sarà “beginning”.

I verbi terminanti in “l”, se la “l” finale è preceduta da una sola vocale, formano il gerundio raddoppiando la “l” e aggiungendo il suffisso “ing”. Ad esempio: to travel=viaggiare, diventerà “travelling”, mentre to conceal=nascondere, diventerà concealing. I verbi terminanti in “ie”, formano invece il gerundio, trasformando “ie” in “y”, e aggiungendo “ing”.


Come Formare il Present Perfect in Inglese

La lingua inglese, come tutte le altre, consiste di numerose regole, seguendo le quali ci è consentita una maggiore padronanza sia nello scritto che nella conversazione! Conoscendo a fondo le regole della grammatica britannica sarà possibile per noi parlare l’inglese come fosse la nostra lingua madre. Ecco pronta per te una semplice guida su come formare il Present Perfect in inglese.

Per prima cosa devi sapere che il Present perfect equivale al nostro Passato Prossimo, sebbene per certi aspetti se ne differenzi. Il Present Perfect si forma in inglese in modo molto semplice, ovvero coniugando il presente di “to have”, seguito dal participio passato del verbo desiderato. Per fare un esempio, coniugando magari il verbo “to give”, in italiano “dare”, avremo: I have given.

Devi usare “to have”, anche nel caso di verbi intransitivi che in Italiano invece richiedebbero l’ausiliare essere. Per citare un esempio: Oggi non sono andata a scuola, ne risulterà in inglese: Today I haven’t gone to school. Il Present Perfect si usa generalmente quando devi indicare che l’azione passata è collegata al presente o quando l’azione ha qualche relazione col presente: Sono stata lì tutta la mattinata = I have been there all morning.

Si usa inoltre nel caso in cui tu voglia riferirti ad un periodo di tempo non ancora interamente trascorso: Oggi non ho visto mio cugino = Today I haven’t seen my cousin. O ancora è utilizzabile qualora tu intenda indicare un’azione compiuta in un tempo imprecisato e quando il verbo è accompagnato da avverbi di tempo indeterminato, come per esempio “just”(appena), recently”(recentemente), “already”(già) ecc. Gli avverbi vanno posti tra l’ausiliare e il resto del verbo: Ho già visto quel film = I have already seen that film. Nel caso dell’espressione “not yet”(non ancora), “yet” dovrai invece porlo a fine frase: Mia sorella non è ancora arrivata = My sister has not arrived yet.


Come Fare Treccia di Pane

Perchè comprare il pane quando con le nostre mani possiamo realizzare una magnifica treccia di pane fatta in casa? Vedrai che sfizio intrecciare questo delizioso pane. Per la preparazione occorrono 30 minuti, per il riposo 2 ore e per la cottura 35-40 minuti circa.

Occorrente
1 terrina
1 insalatiera
1 placca da forno
Carta da forno
Pennellino
40 cl di latte tiepido
30 gr di lievito fresco da panettiere
700 gr di farina setacciata
2 pizzichi di sale
1 cucchiaio abbondante di zucchero semolato
1 uovo intero

Per prima cosa in una terrina stempera nel latte tiepido il lievito fresco sbriciolandolo. In un’insalatiera mescola la farina, il sale e lo zucchero, forma una fontana e versaci il composto di latte e lievito. Impasta per 10 minuti e lavora il composto fino ad ottenere una palla di pasta liscia ed elastica.

Copri la palla di pasta con uno strofinaccio e lasciala riposare per un’ora al caldo (ad esempio vicino ad un termosifone). Adesso lavora rapidamente la pasta e dividila in 3 parti uguali. Forma 3 salsicciotti lunghi circa 30 centimetri, più sottili all’estremità che al centro. Con i 3 salsicciotti forma una treccia, saldando le estremità con le dita umide.

Rivesti la placca del forno con l’apposita carta da forno, ponici sopra la treccia, coprila sempre con la carta da forno e lasciala a temperatura ambiente fino a quando avrà raddoppiato il suo volume (circa un’ora). Preriscalda il forno a 210 gradi. Spennella la treccia con l’uovo battuto e infornala per 35 o 40 minuti circa.


Come Foggiare in Successione da un Unico Blocco di Argilla

La produzione di piccoli vasi in argilla può essere accelerata foggiandone parecchi da un unico pezzo di argilla. Questo metodo è particolarmente indicato per oggetti di ridotte dimensioni, perchè sarebbe difficile staccarli direttamente dal tornio, in più non dovrete procedere ogni volta alla pulitura del tornio.

Occorrente
Tornio per ceramica
Argilla
Filo di acciaio
Un legnetto

Posiziona sul tornio una grossa massa di argilla. Cerca di centrarla fino ad ottenere una forma a cono, mantenendo le mani in parallelo e lavorando con il palmo dal basso verso l’alto. Racchiudi il vertice del cono tra le mani in posizione simmetrica tenendo i pollici nel centro dell’argilla. Con il dito medio delle due mani scanala il blocco per poter formare la base del tuo vaso. Tieni sempre umide le mani mentre lavori.

Procedi a modellare il blocco verso l’alto per fare un vaso, ma devi mantenere le sue dimensioni ridotte perchè dovrai toglierlo senza deformarlo. Quando sei soddisfatta della forma del vaso, prendi un legnetto e solca la sua base mentre il tornio sta ancora girando, in modo da creare il piedistallo del vaso. A questo punto puoi fermare il tornio e con un filo di acciaio tagliare il vaso dal cono di argilla.

Tira il filo di acciaio in modo da tagliare il vaso in linea orizzontale. Con i pollici e gli indici delle tue mani, afferra saldamente la base e girala un pochino, fino a che riuscirai a sollevarla con facilità. Porta il vaso così ottenuto in luogo adatto per poterlo essicare. Con l’argilla rimasta sul tornio, ripeti tutto il procedimento per ottenere gli altri vasetti, finchè il cono non sarà esaurito.