In questa guida ti spiegherò come preparare arrosto con le prugne. Questa ricetta è un secondo piatto particolarmente adatto alla stagione invernale, con prugne e albicocche essiccate proposte come inusuale contorno. Segui la guida per realizzare questa ricetta.

Occorrente
Ingredienti per 4 porzioni
800 g di fesa di tacchino
8 prugne secche snocciolate
8 albicocche secche
0,8 dl di Cognac
80 g di pancetta affumicata a fette
20 g di burro
2 dl di brodo di pollo
Sale e pepe

Strumenti utili
Carta da forno
Spago da cucina
Carta d’alluminio
Modalità di cottura:
Forno tradizionale

Riunite la frutta secca in una ciotola, aggiungete il Cognac e lasciatela macerare per almeno 30 minuti, finchè si sarà ammorbidita. Allineate le fette di pancetta su un foglio di carta da forno, accavallandole leggermente tra loro.
Spalmate su tutta la superficie della fesa di tacchino una pressa di sale e una macinata di pepe.

Disponete la carne al centro della pancetta e avvolgetela con quest’ultima. Fissate tutto con alcuni giri di spago da cucina.
Sciogliete il burro in una pirofila, unite la carne preparata e trasferite in forno scaldato a 200°C per circa 20 minuti. Aggiungete la frutta secca con il Cognac di macerazione, versate il brodo bollente e proseguite la cottura per altri 30 minuti abbassando la temperatura a 180 gradi.

Togliete il tacchino dal fondo di cottura, avvolgetelo in un foglio di alluminio e lasciatelo riposare per 5 minuti, in modo che sia più facile da affettare. Eliminate alluminio e spago e servite l’arrosto a fette con la frutta e il suo sugo.
Un altra carne che ben si abbina al sapore dolce della frutta secca è la lonza di maiale, che quindi potrete usare al posto del tacchino.

Come Preparare un Arrosto con le Prugne


Come Preparare gli Arancini Ripieni di Cefalo

Sei stanca dei soliti antipasti? Bene, allora questa è proprio la guida che fa per te! Infatti oggi ti propongo la ricetta per preparare arancini ripieni di cefalo, una vera delizia! Per la preparazione occorrono 40 minuti, mentre per la cottura ci vorrà un’ora. Gli ingredienti indicati sono per 4 persone.

Occorrente
300 gr di riso
150 gr di piselli sgranati
150 gr di filetto di cefalo a pezzetti
4 uova
2 pomodori maturi e sodi
1 cipolla tritata
Pangrattato
1 litro di brodo di pesce
60 gr di burro
3 dl di vino bianco secco
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
Abbondante olio per friggere
Sale, pepe

Per iniziare taglia i pomodori a dadini. Rosola il pesce per tre minuti in due cucchiai di olio; versa metà del vino, fallo evaporare, sala e pepa e cuoci per 10 minuti. Soffriggi la metà del trito di cipolla nell’olio rimasto e rosolaci i piselli; sala, pepa, bagna con un mestolo d’acqua e cuoci per 10 minuti; fai quindi raffreddare, unisci il pesce e il pomodoro.

Fai appassire in un tegame la cipolla rimasta con 30 grammi di burro, tostaci il riso per due minuti, unisci il vino rimasto e fallo evaporare; aggiungi, un pò alla volta, il brodo bollente e porta a cottura. Lontano dal fuoco amalgamaci il resto del burro, due uova e un pizzico di pepe; stendi il risotto su una placca e fallo intiepidire.

A questo punto ricava dal risotto tante palline e farciscile al centro con un cucchiaio di composto di cefalo e piselli. Poi richiudile, impanale con le altre due uova sbattute e il pangrattato e friggile in abbondante olio caldo. Quando saranno ben dorati, sgocciola gli arancini su carta assorbente e servili.


Come Preparare la Crosta di Ricotta alla Siciliana

Questo dolce lo utilizzo per le occasioni speciali. Risulta essere molto semplice da preparare ma ha un aspetto laborioso che ti fa sentire una vera cuoca quando lo proponi. Ti consiglio di utilizzare ricotta fresca.

Occorrente
400 gr farina 00, 200 gr burro, 500 gr ricotta, 300 gr zucchero, 100 gr cioccolato fondente, 3 uova, 1 limone

Per prima cosa devi far scolare bene l’acqua della ricotta che al momento dell’impasto deve essere perfettamente asciutta. Mettila quindi in uno scolapasta con i buchi sottili. Nel frattempo prepariamo l’impasto per la pasta. Aggiungi alla farina due tuorli d’uovo (metti da parte gli albumi), lo zucchero, un pizzico di sale, la buccia grattugiata del limone e il burro ammorbidito. Lavora fino ad ottenere una pasta omogenea.

Ricopri con tre quarti della pasta che hai preparato (non avendo lievito non deve riposare e puoi utilizzarla subito) una tortiera rotonda. Metti da parte la pasta rimasta coprendola con un panno di cotone o lino. Prepara il ripieno con la ricotta asciutta (che hai scolato prima) lo zucchero, il cioccolato fondente a pezzetti e gli albumi di due uova montati a neve.

Versa la crema che hai ottenuto nella tortiera che hai ricoperto con la pasta. Preriscalda il forno a 180 gradi. Prendi la pasta rimasta che hai messo da parte e fai delle striscioline con cui ricoprirai la parte superiore della torta decorandola a tuo piacimento. Io le ho dato la forma di una crostata ma puoi usare la fantasia. Spennella le strisce di pasta con il tuorlo d’uovo e inforna per trenta minuti.


Come Preparare Pizza Bianca con Porri e Olive

Secondo gli antichi greci e romani il porro era un cibo afrodisiaco, il cui consumo veniva raccomandato ai mariti un po’ stanchi. Oltre che al piacere sessuale pare che il porro giovasse anche alla voce, Plinio racconta che Nerone ne facesse a tal scopo un grande consumo. In effetti il porro è ricco di potassio, fosforo, vitamine e fibre, appartiene alla famiglia di aglio e cipoll, ma ha un sapore più delicato ed è altamente digeribile. Eccovi una ricetta golosa che lo farà apprezzare molto.

Occorrente
4 porri medi o 3 grandi
Acqua tiepida 160 cl
Farina per pizza 320 gr.
Mezzo cuchiaino di lievito di birra secco
Olio buono
Mezzo barattolo di acciughe sottolio
5 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
Sale per l’impasto della pizza

Pasta per pizza: per preparare la pizza di porri puoi comprare la pasta per pizza già pronta, oppure puoi prepararla tu. Prepararla è molto semplice, se hai la macchina per il pane è veramente un gioco a ragazzi.
Se la prepari a mano impasta le dosi indicate di acqua, farina e lievito, aggiungi due cucchiai d’olio e il sale (3 grammi scarsi).
Lavorala bene con le mani fino a che non otterrai un impasto elastico. Ponilo a lievitare in un luogo tiepido, al riparo delle correnti d’aria fino a quando non ha raddoppiato il suo volume (circa 2 ore).
Se invece preferisci usare la macchina del pane metti due cucchiai d’olio, l’acqua, la farina, il lievito e il sale (proprio in quest’ordine) e scegli il programma pasta per pizza.

Porri: mentre la pasta lievita cuoci i porri. Spuntali, elimina le foglie rovinate e la parte troppo verde e dura. Dividili in due per il lungo, lavali bene sotto l’acqua corrente, affettali non troppo fini.
Falli appassire a fuoco basso in una padella antiaderente con un paio di cucchi di olio d’oliva. Metti il coperchio sulla padella, se necessario aggiungi qualche cucchiaio d’acqua. Mettine poca, perché a fine cottura dovranno risultare asciutti.
NON aggiungere sale, quello contenuto nelle acciughe è più che sufficiente.

Acciughe: quando i porri saranno cotti aggiungi subito nella padella mezzo vasetto grande di acciughe sott’olio ben sgocciolate (circa 125 grammi). Il calore le farà sciogliere e si amalgameranno a meraviglia con i porri. Mescola bene a fuoco spento, ma con la padella ancora ben calda.

Pizza bianca: stendi metà della pasta nella teglia unta con un filo d’olio. Con la dose che ti ho dato devono venire due dischi sottili.
Ricopri la pasta con i porri. Devi ottenere uno strato uniforme.
Distribuisci generosamente sui porri le olive taggiasche ben sgocciolate dall’olio. Come minimo metti trenta olive (le taggiasche sono piccoline), facendole affondare nei porri.

Ricopri il tutto con il secondo disco di pasta.
Sigilla bene i bordi, punzecchia la superficie in più punti con uno stuzzicadenti e quindi spennella il disco con un po’ di olio buono.
Inforna nel forno ben caldo e cuoci fino a quando non sarà bello dorato, circa 30-40 minuti.
Risulta essere possibile cucinarla anche nel forno a micronde con il piatto crisp, in questo caso il tempo di cottura (programma crisp) è di circa 12-13 minuti.


Come Fare Treccia di Pane

Perchè comprare il pane quando con le nostre mani possiamo realizzare una magnifica treccia di pane fatta in casa? Vedrai che sfizio intrecciare questo delizioso pane. Per la preparazione occorrono 30 minuti, per il riposo 2 ore e per la cottura 35-40 minuti circa.

Occorrente
1 terrina
1 insalatiera
1 placca da forno
Carta da forno
Pennellino
40 cl di latte tiepido
30 gr di lievito fresco da panettiere
700 gr di farina setacciata
2 pizzichi di sale
1 cucchiaio abbondante di zucchero semolato
1 uovo intero

Per prima cosa in una terrina stempera nel latte tiepido il lievito fresco sbriciolandolo. In un’insalatiera mescola la farina, il sale e lo zucchero, forma una fontana e versaci il composto di latte e lievito. Impasta per 10 minuti e lavora il composto fino ad ottenere una palla di pasta liscia ed elastica.

Copri la palla di pasta con uno strofinaccio e lasciala riposare per un’ora al caldo (ad esempio vicino ad un termosifone). Adesso lavora rapidamente la pasta e dividila in 3 parti uguali. Forma 3 salsicciotti lunghi circa 30 centimetri, più sottili all’estremità che al centro. Con i 3 salsicciotti forma una treccia, saldando le estremità con le dita umide.

Rivesti la placca del forno con l’apposita carta da forno, ponici sopra la treccia, coprila sempre con la carta da forno e lasciala a temperatura ambiente fino a quando avrà raddoppiato il suo volume (circa un’ora). Preriscalda il forno a 210 gradi. Spennella la treccia con l’uovo battuto e infornala per 35 o 40 minuti circa.