facebooktwitteryoutube
in Guide - 14 Ott, 2017
by Luca - no comments
Come Visitare la Normandia

Se apprezzi le passeggiate nel verde o sulla costa, accompagnate anche da visite culturali la Normandia fa il caso tuo.Ti troverai immerso in paesaggi diversi, con costanti cambiamenti di luce e umidità, legati all’instabilità del tempo e al movimento delle maree.

Questo itinerario si può ben percorrere in automobile, partendo da Rouen, dove si arriva dall’Italia con l’aereo. Il primo giorno è chiaramente d’obbligo visitare Rouen, capitale della Normandia e città che vanta numerose attrattive culturali. Il secondo giorno riprendi il viaggio alla volta della Costa d’Alabastro dove farai sosta ad Etretat, dove troverai la famosa Falaise d’Aval, un’erosione naturale a forma di arco.

Il terzo giorno prosegui per Honfleur, uno dei più affascinanti porti della Normandia. Al centro della cittadina sorge il Vieux Bassin (Porto Vecchio), costeggiato da case alte e strette. Nel XIX secolo Honfleur divenne un importante centro artistico, frequentato da vari artisti come il pittore Eugène Boudin. Lasciata questa cittadina percorrerai il famoso Pont de Normandie per dirigerti verso Bayeux.
Il quarto giorno è dedicato ad una breve visita di Bayeux e del suo famoso arazzo in cui sono rappresentati gli eventi che portarono all’invasione dell’Inghilterra da parte dei Normanni. Il resto della giornata dedicala ad una visita ad Arromanches-les-Bains, dove si possono ancora vedere i resti del porto artificiale portato dalla Gran Bretagna durante lo sbarco in Normandia e un museo con una documentazione completa sul D-Day.

Il quinto giorno dedica l’intera giornata alla visita della cittadina Mont-St-Michel e della sua abbazia benedettina. Il percorso che conduce all’abbazia è caratterizzato da una stradina piena di negozi e da una vista fantastica sulla baia. La baia di Mont-St-Michel subisce per tutto l’anno il fenomeno delle maree che in certe ore del giorno trasformano l’abbazia in isolotto.
Il sesto giorno ci si dirige a Caen, città che nell’XI secolo divenne la residenza preferita di Guglielmo il Conquistatore. Il ritorno a Rouen è previsto per il settimo giorno, da dove si prenderà di nuovo l’aereo per l’Italia.