facebooktwitteryoutube
in Guide - 28 Gen, 2018
by Luca - no comments
Come Fare Pulizia del Viso

Il passaggio importante per avere un incarnato luminoso è quello di pulire a fondo dedicando qualche minuto in più alla detersione del viso. Usando i prodotti giusti e massaggiando con cura in pochi minuti si stimola la microcircolazione ponendo le basi per avere una pelle liscia e luminosa.

Per iniziare, un passaggio d’obbligo è quello di usare semplice acqua del rubinetto per detergersi e rinfrescare ma attenzione anche in tal caso alla temepratura consigliata: troppo calda nons olo dilata i capillari, ma sfalda le cellule dello strato corneo provocando disidratazone. Troppo fredda invece, oltre a non sciogliere bene lo sporco può aumentare la sensibilità cutanea. La scelta giusta? Meglio usarla tiepida ma solo con l’eccezione del mattino quando è opportuno un impacco rapido con acqua fresca che aiuta a riassorbire i gonfiori, le borse e ha un effetto corroborante per tutto l’organismo: basta bagnare le mani e appoggiarle qualche secondo su guance e palpebre.

Impara le tappe giuste
Il viso ha bisogno di essere pulito due volte al giorno: di mattina per eliminare detriti cellulari, sebo e tossine prodotte dalla traspirazione di sera per asportare perfettamente il trucco che ha trattenuto polveri e impurità.
Ecco i passaggi per una pilizia ineccepibile: lavate le mani, inumidire la pelle e distribuire il detergente con i polpastrelli.
In seguito risciaquare abbondantemente, eliminando ogni residuo anche lungo l’attaccatura dei capelli e le sopracciglia, asciugati tamponando.
Ma soprattutto c’è una regola da non violare mai: evitare di addormentarsi truccate altrimenti si irrita l’epidermide e si incentiva la comparsa delle rughe. Per rimuovere un make up deciso procedere con un passo in più, specifico e leggermente oleoso, che sciolga i pigmenti. Se proprio siete di corsa e non potete spendere troppo tempo, come durante un viaggio o per rifarsi il trucco fuori casa, la soluzione per detergere a tempo dir ecord sono le salviette struccanti pratiche e veloci da teenre per ogni evenienza in borsa.

Contro aridità e sebo
Se dopo la pulizia la pelle tira e nel contempo la pelle struccata appare più opaca e segnata del solito meglio optare per il latte. Quando il viso appare ruvido al tocco, vuol dire che l’epidermide tende all’aridità; è possible struccarla con il latte, che elimina make up e impurità senza intaccare il film idrolipidico di protezione.
Se più volte si distribuisce con un batuffolo di cotone il latte sul viso e poi lo si risciacqua rapidamente, i risultati non mancheranno. Quando invece, si hanno problemi di acene giovanile e sebo in eccesso, i lavaggi con movimenti energici non servono a molto anzi.

Per essere di supporto alla pelle grassa o mista meglio adottare un gel riequilibrante: usarlo due volte al giorno a piccole dosi e massaggiarlo con cura, soprattutto sulla zona T del viso.