Come Fare Durare i Bijoux

Come resistere alla tentazione di ricoprirsi di bijoux? Le bancarelle con i loro colori scintillanti e i prezzi competitivi sono una vera delizia per le donne. Certo i gioielli non sono come quelli veri ma consentono di essere alla moda senza dilapidare il portafogli.

Un ottimo surrogato per avere uno scintillio dall’elevato piacere visivo. Spesso i bijoux a basso costo hanno vita breve. Anche se si è attenti ad evitarne il contatto con l’acqua è difficile impedirne l’ossidazione. Di seguito vi sveleremo un piccolo segreto per far durare i vostri gioiellini almeno per una stagione.

Soprattutto se siete delle patite del fai-da-te, avrete sicuramente a disposizione una vernice trasparente. Di quelle che si adoperano per rifinire i lavori in decoupage o le creazioni in pasta di sale. Se non disponete di questa vernice sappiate che va benissimo il comune smalto per unghie trasparente.

Prendete i vostri bijoux e disponeteli su un tavolo che avrete preventivamente coperto con qualche vecchio quotidiano. Spennellate i vostri gioiellini su tutta la loro superficie. Non dimenticate le scanalature e tutti gli angoli. Questo procedimento eviterà l’ossidazione e dovrà essere effettuato quando i bijoux sono nuovi. Lasciate asciugare qualche ora e poi indossate i vostri gioiellini senza pensieri. Ripetete l’operazione ogni due o tre settimane.


Come Fare Durare i Collant

I collant sono un valido complemento per la nostra eleganza, però costano sempre di più e, come se non bastasse, sono sempre più costosi! Ci sono alcuni accorgimenti che puoi mettere in atto quando li lavi per mantenerli un po’ più a lungo, senza indebolire le fibre.

Di solito i lavaggi in lavatrice indeboliscono le fibre dei collant, che in questo modo risultano più delicati e si rompono più facilmente con gli usi successivi.
Meglio lavarli a mano, in questo modo.
Metti in una bacinella di plastica un po’ di acqua appena tiepida e aggiungi un po’ di detersivo per capi delicati (dosalo in base alle indicazioni sulla confezione).

A questo punto agitali un po’ nell’acqua per pulirli bene e sciacquali sotto l’acqua corrente.
Strizzali torcendoli un po’, ma delicatamente, in modo da togliere l’acqua in eccesso.
Stendili lontani da fonti di calore (mai troppo vicini al calorifero).
Se fuori c’è vento, evita di stenderli all’aperto, rischieresti di tirare i fili.
In questo modo durano davvero un po’ di più, a meno che prendi dentro con qualcosa quando li indossi.

Non inserirli in lavatrice direttamente con gli altri capi ma mettili in un sacchettino in modo da proteggerli un po’.
Esistono in commercio i sacchetti appositi per lavare i capi delicati in lavatrice ma non è necessario averne uno.
Per questo scopo, puoi utilizzare una federa, che chiuderai con un elastico in spugna (di quelli per i capelli). Verifica però prima che non lasci il colore, per non macchiare i capi.


Come Fare Api e Farfalle con la Carta

Iniziamo a fare ammirare la natura ai bambini. Osserviamo bene l’erba e qualche fiore che spunta, andiamo vicino a tutti gli alberi e arbusti e tocchiamone il tronco. Nei prati e nei giardini ci sono ancora i fiori, chiediamo anche se hanno visto qualche insetto e se ne ricordano il nome.

Come si fanno i fiori: diamo ai bambini tanti quadrati di carta lucida colorata, oppure carta da regalo riciclata di varie misure (per ottenere un fiore di media grandezza va bene il lato da 10 cm). Pieghiamo a metà il quadrato e otteniamo un triangolo. Pieghiamo verso l’alto le due estremità del lato lungo.

Otteniamo un tulipano che possiamo appendere applicando un nastrino alla punta. Per fare le farfalle: prendiamo dei quadrati di carta bianca del lato di circa 15 cm. Invitiamo i bambini a mettere al centro, con la punta del pennello, del colore a tempera. Pieghiamo a metà il foglio per far apparire una macchia simmetrica (se abbiamo messo più di una tinta risulterà una farfalla multicolore).

Facciamo asciugare e, sempre tenendo il foglio piegato, ritagliamo a forma di farfalla, in modo da ottenere una forma simmetrica. Completiamo applicando del cartoncino nero per fare la testa e le antenne. Per fare le api, invitiamo i bambini a colorare a strisce gialle e nere il corpo di alcune sagome di ape che prepariamo in precedenza.


Come Eseguire Stretching in Coppia

Ti spiego come eseguire esercizi di stretching in coppia. Lo stretching in coppia è ideale per ottenere un allungamento migliore e acquisire una maggiore flessibilità senza sforzare. Leggi attentamente e prova subito, ricorda i numerosi vantaggi dell’allungamento, soprattutto dopo un’intensa attività fisica.

Siediti, allunga le gambe e tienile tese davanti a te, tieni i piedi a martello e spingi i talloni in avanti. Scendi con il busto verso il basso, è il petto che scende e non la testa. Rilassa collo e cervicale. Allungati e cerca di toccare i piedi, tieni dritta la colonna, spalle aperte. Se ti accorgi di tenere le spalle in una posizione di chiusura, scendi di meno.

Il compagno si posiziona dietro di te e tiene le mani sulla tua schiena, spinge in avanti. Stabilisci tu l’intensità della pressione, la spinta deve fermarsi quando senti dolore. Cambia, divarica le gambe e rotea il busto e cerca di afferrare un piede con entrambe le mani, il compagno continua a spingere sulla schiena, senza forzare. Fai lo stesso dall’altra parte.

Solleva le gambe e tienile flesse e divaricate, ginocchia all’esterno, il compagno, sta davanti a te e spinge le ginocchia verso il basso e verso l’esterno.Stendi le gambe, formando una v, divarica e cerca di tenere tese le ginocchia, il compagno rimane davanti e spinge con le mani sull’interno delle ginocchia per forzare l’apertura. Resta in posizione almeno dieci secondi per ogni esercizio.


Come Realizzare Etichette di Stoffa

Se ti piace fare creazioni in stoffa, presine, grembiuli, strofinaci o chissà cosa, ti insegno come personalizzare di più i tuoi oggetti, ti insegno come farti le etichette da sola… Così i tuoi oggetti saranno ancora più originali pensa con il tuo nome… vedrai com’è semplice e che soddisfazione, ti basterà stampare la stoffa.

Per prima cosa con il computer crea la tua etichetta, puoi mettere il tuo nome vicino ad un piccolo disegno oppure scegliere una sigla… insomma, decidi tu. Poi stampa i tuoi esempi di etichetta su un foglio di carta A3 con grammatura consistente (tipo quella delle fotocopie a colori). Una volta che avrai scelto il modello prepara un foglio word solo di quello.

Stira per bene un ritaglio di stoffa pari all’ingombro delle etichette e ovvio che devi calcolare i margini di abbondanza attorno ad ogni etichetta… Fissa la stoffa al foglio con dello scotch di carta, avendo cura di tendere molto bene il tessuto. A questo punto il foglio é nuovamente pronto per essere messo nella stampante nella stessa posizione di prima. Se vedi che la stampante fatica un po’ eventualmente all’inizio accompagnala con le mani per darle la spinta iniziale.

Taglia le tue etichette (o immagini) con le forbici, oppure in modo più netto con la rotella. Ti insegno un piccolo segreto, se vuoi che il tessuto non sfilacci, passa dello smalto trasparente (quello per le unghie) tenendo le setole del pennello in modo perpendicolare rispetto la costa della vostra etichetta. Fai asciugare e .saranno perfette.