Come Utilizzare e Conservare i Porri in Casa

I porri sono degli ortaggi eclettici, sono ricchi di sostanze benefiche e hanno poche calorie.

I porri sono simili alle cipolle ma hanno il vantaggio di non fare lacrimare gli occhi, mentre il loro sapore è più delicato. Sono reperibili tutto l’anno. Le varietà invernali più note sono “il gigante d’inverno”, “il gigante d’italia” e il “carentan”. Tra le varietà estive invece meritano di essere citati il “giallo grosso di poitou”, “il giallo grosso d’estate” e “l’elefante”.

Si presentano come dei lunghi fusti formati da guaine sovrapposte. Le parti commestibili sono bianche e gli scarti sono verdi.
Risulta essere importante, al momento dell’acquisto, scegliere gli esemplari privi di macchie, ammaccature e foglie ingiallite. Devono essere dritti, sodi e con le foglie di un bel verde intenso.

Sono molto semplici da pulire. Si procede innanzitutto con l’eliminare la parte radicale e le foglie esterne che sono più fibrose, quindi con l’aiuto di un coltellino sottile, magari con la lama in ceramica, si procede ad aprire il porro a partire dal centro senza però andare troppo a fondo perché si rischierebbe di sfaldarlo, si passa a lavarlo sotto l’acqua corrente del rubinetto, in modo tale da eliminare le eventuali tracce di terra, e si affetta o si taglia nel modo che più si preferisce.

I porri vanno consumati possibilmente freschi, appena comprati ma se questo non è possibile, si possono tenere interi, nell’apposito scomparto del frigo, per cinque o sei giorni.
Risulta essere possibile anche congelarli dopo averli puliti, leggermente scottati e messi negli appositi sacchetti per il freezer.
Un’altra soluzione è conservare i porri sottovuoto, per fare questo serve però una macchina sottovuoto per alimenti.

In cucina sono assai versatili perché possono essere usati tranquillamente nei soffritti o nelle marinate o comunque al posto della cipolla.
Le foglie verdi insaporiscono e rendono più profumati sia i brodi vegetali che quelli di carne. Le parti bianche invece sono perfette come protagoniste di creme e zuppe, calde e fredde e rendono molto più gustose sia le minestre che i minestroni.
Sono ottimi anche nelle frittate o cucinati a gratè e rendono molto anche con il pinzimonio.


Come Preparare Cubetti di Ghiaccio Trasparenti in Casa

Il ghiaccio in estate deve essere sempre presente in casa. Come sappiamo, il ghiaccio che prepariamo in casa spesso non è completamente trasparente, ma sembra sporco.
Il problema dipende dall’acqua utilizzata e dal sistema di congelamento.

Vediamo quindi come creare in casa ghiaccio trasparente, come quello che è possibile trovare al ristorante o al bar.
Nei locali sono utilizzati strumenti come la macchina del ghiaccio, ma è possibile procedere anche con attrezzi presenti in ogni casa.

La prima cosa da fare è procurarsi acqua distillata. In alternativa è possibile prendere una pentola e lasciare bollire l’acqua che sarà utilizzata per realizzare i cubetti di ghiaccio trasparenti.
Dopo che l’acqua è stata bollita, bisogna lasciarla raffreddare e ripetere l’operazione.
Dopo che è nuovamente stata lasciata raffreddare, è possibile mettere l’acqua nel contenitore per fare le forme del vostro ghiaccio.

Il consiglio è quello di non utilizzare forme troppo piccole ma di preferire quelle piuttosto grandi.
Bisogna infatti considerare che un drink o una bibita sono più buone se servite con ghiaccio di grandi dimensioni.

Dopo che l’acqua precedentemente bollita è stata messa nelle forme, potete coprire con una pellicola lo del ghiaccio e lasciarlo nel congelatore per alcune ore.
Una volta ghiacciata l’acqua, staccate i cubetti di ghiaccio facendo attenzione e procedendo con delicatezza.
Il colore del ghiaccio sarà come quello che è possibile trovare al bar. Non più ghiaccio superficiale o scuro ma soltanto trasparente per servire le vostre bibite e i vostri aperitivi proprio come al bar.


Come Preparare Zuppa di Lenticchie e Patate

La ricetta che vi vorrei proporre oggi riguarda la realizzazione di un primo piatto molto gustoso e profumato, perfetto da gustare durante le fredde giornate d’inverno: la Zuppa di lenticchie e patate.

Per la realizzazione di questa ricetta ho preferito utilizzare delle lenticchie miste (verdi, nere e arancioni), in modo da dare più sapore alla zuppa ma, eventualmente, potete anche decidere di utilizzare solamente quelle classiche.

Ingredienti
lenticchie miste, 200gr
patate, 2
aglio, uno spicchio
carote, 1
cipolla bianca, 1
brodo vegetale, 500ml
sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 45 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla cipolla: dopo averla tritata molto finemente, mettetela ad imbiondire all’interno di una casseruola dai bordi alti con un paio di cucchiai di olio lo spicchio di aglio; noon apprena avrà iniziato ad appassire, aggiungete le lenticchie e fatele tostare per qualche minuto.

Nel frattempo, passate alle verdure: sbucciate patate e tagliatele a cubetti molto piccoli, quindi versateli nella pentola insieme agli altri ingredienti; mescolate per un paio di minuti, quindi aggiungete il brodo vegetale.

Proseguite con la cottura fino a quando tutti gli ingredienti non si saranno ben ammorbiditi. Quando saranno pronti, aggiustate la vostra zuppa con un pizzico di sale e pepe e versatela nei piatti ancora bollente. Servite poi con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo e delle fette di pane casereccio tostato.


Come Preparare Zuppa di Ceci e Funghi

La ricetta che andiamo a scoprire oggi riguarda la preparazione di un primo piatto gustoso e dal profumo intenso: si tratta della Zuppa con ceci e funghi, perfetta per riscaldarci l’umore dopo un’intensa giornata di lavoro.

Ingredienti
ceci, 250gr
funghi, 150gr
brodo vegetale, 500ml
aglio, uno spicchio
prezzemolo, un ciuffetto
sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dai funghi: dopo averli puliti e tagliati a fettine sottili , metteteli a cuocere in una casseruola insieme allo spicchio di aglio che avrete precedentemente fatto imbiondire in un paio di cucchiaio di olio. Durante la cottura, aggiungete qualche cucchiaio di brodo, in modo da agevolare la preparazione.

Quando vedete che i vostri funghi sono quasi pronti, aggiungete i ceci che avrete precedentemente fatto ammollare nell’acqua e tostateli per un paio di minuti. Aggiungete il rimanente brodo vegetale e proseguite con la cottura finché tutti gli ingredienti non saranno pronti. Al termine della cottura aggiungete il prezzemolo tritato finemente ed un filo di olio.


Come Preparare Pane Integrale con le Castagne

Una ricetta che profuma di autunno, oggi vi proponiamo un pane integrale fatto in casa fragrante e aromatizzato con i frutti del bosco più saporiti di questi mesi dagli intensi colori: le castagne.

Le castagne si prestano a tantissime ricette gustose. Quelle più piccole sono le mie preferite, per sapore e consistenza.

Gli ingredienti
300 g di castagne sbucciate
150 g di mandorle
200 g di farina integrale bio
100 g di farina 0
200 ml di acqua tiepida
una bustina di lievito per pane
semi di sesamo
sale, una presa
un pizzico di zucchero

La preparazione
Per la preparazione utilizziamo strumenti che tutti hanno in casa. Risulta essere importante ricordare che è possibile anche utilizzare un dispositivo come la macchina del pane per velocizzare la procedura. In una terrina grande mescolate le due farine e lentamente impastatele con l’acqua tiepida, unite una presa di sale, una di zucchero e il lievito. Lasciate riposare il panetto per 30 minuti coperto da un canovaccio pulito.

Riprendetelo dopo la trenta minuti e lavorate il pane impastando e impastando per circa dieci minuti, ricopritelo e mettetelo a riposare in luogo riparato per un’oretta. Nel frattempo lessate le castagne, per tutto il tempo necessario, fino a quando non diventeranno morbide morbide. Riducetele a purea (ma consistente) nel mixer aggiungendo un po’ di acqua di cottura.

Reimpastate il tutto con le castagne fino a quando non saranno ben amalgamate con l’impasto. Unite le mandorle sbriciolate. Coprite il pane e lasciatelo lievitare fino a raddoppiare ancora del suo volume. Ora di stendere l’impasto dividerlo in panetti e dare la forma desiderata.

Adagiate i panini su una placca forno rivestita, praticate dei taglietti e spolverateli con i semi di sesamo. Infotnate a 200 gradi in forno preriscaldato per 10 minuti, poi abbassate a 180 gradi e lasciate in forno per 40 minuti. Lasciate intiepidire il pane prima di servirlo.